Il senso della reflex è negli accessori: i tubi di prolunga macro

Il livello delle macchine fotografiche compatte è cresciuto in modo eccezionale negli ultimi anni ma almeno per un aspetto non s’è mai potuto avvicinare al mondo delle reflex: l’infinita disponibilità di accessori dedicati.

Per realizzare delle macro di buona qualità è sufficiente un semplicissimo tubo di prolunga che riduca la distanza minima tra ottica e soggetto, mantenendo tra l’altro inalterate sia la qualità sia la luminosità originale dell’obiettivo su cui si montano.

Certo per avvicinarsi a Thor o a Leonida serve anche tanta luce, come spesso accade, perchè la profondità di campo cala vertiginosamente trovandosi a pochi centimetri da questi piccoli capolavori e si rischia di perdere dettagli importanti (come sugli stivali o sulla testa) quindi la luce flash è sempre consigliabile perché offre massima potenza e regolazioni precise.

Questo mini-set è allestito utilizzando uno sfondo in carta ed alcuni pezzi di sughero, ai lati cartoncino nero per mantenere l’illuminazione il più direzionale possibile. Sui due flash le immancabili griglie, uno a circa quattro metri per risultare più puntiforme possibile e disegnare solo alcuni contorni, l’altro vicinissimo, circa 5 centimetri, per simulare un bank di grandi dimensioni, di lato al soggetto.

La sfida in questi casi è mantenere o addirittura enfatizzare i dettagli più piccoli valorizzandone contorni e colori con una luce che rispetti le ombre di chi ha dipinto (a mano dopo averli montati) questi piccoli giganti. La cura dei dettagli nelle foto è ancora più evidente se l’illuminazione è ben calibrata.

Qui sotto ci sono tre tagli presi dalla fotografia sopra ingranditi al 100%

Anche Leonida ha goduto della stessa luce: ben evidente, se ingrandito, l’intervento della griglia posteriore sia sulla punta della lancia sia sul quadricipite destro. Buona anche la saturazione del colore originale dell’addome, enfatizzata in postproduzione con un leggero hdr toning che ben si fonde con questo tema fantastico.

L’ottica utilizzata per questi scatti è un 80mm f.2.0 (equivalente ad un 50mm su macchine fotografiche 135mm) con diaframma chiuso a f.16 montata su un tubo di prolunga da 52mm.

One Response to Il senso della reflex è negli accessori: i tubi di prolunga macro

  1. stefano says:

    Wow, diavolo di un Marco, le mie miniature sembrano decisamente più belle fotografate da te!

Leave a Reply

Please use your real name instead of you company name or keyword spam.