Luci ombre e biciclette

Come spesso accade, almeno a me, un progetto nasce e poi si trasforma, con l’incontro di idee e suggestioni sul cammino. Questa ricerca non punta alla foto d’autore quanto piuttosto ad una immediata leggibilità ed alla facilità d’uso: una macchina, un’ottica, un’immersione nella mia provincia per approfittare di un agosto caldo e deserto cui rubare il volto .

A metà agosto la gente è poca, spesso vive con gioia la propria casa e volentieri si ferma a raccontarti orgogliosa, ad esempio, di come il borgo di Vetto sia stato ristrutturato ed offra una pace unica anche durante il resto dell’anno. O di quando il cardinale si affacciò alla finestra per benedire la nuova campana del paese.

La provincia racchiude oltre quaranta comuni, e sono tutti diversi e divertenti da visitare: a Luzzara per esempio…caldo e portici hanno fatto spuntare le seggiole fuori dai negozi “che se non c’è gente almeno ce ne stiamo fuori a guardare il passaggio“.

La ricerca è stata pensata e realizzata per l’ Associazione Nazionale Dentisti Italiani che da Reggio Emilia vuole lanciare diversi progetti per riaffermare identità e professionalità di un gruppo di medici distribuito su tutto il territorio nazionale. L’idea è quella di riproporre una specie di Intervallo, quello che la Rai mandava in onda anni (tanti anni) fa, attraverso rilassanti immagini delle nostre città, quelle riconoscibili a tutti per intenderci.

E poi ci sono le biciclette che nei nostri centri storici la fanno da padrone e che così bene si sposano sia coi ritmi che coi colori dell’estate.

Le fotografie sono semplici, senza filtri, solo fotografie: qualche persona, qualche piccione e tanto tanto caldo, tutto qui.

Leave a Reply

Please use your real name instead of you company name or keyword spam.