Guerriero e smalto

Passo ore a convincere donne che con la luce giusta saranno più belle, si piaceranno, si emozioneranno rivedendosi. Cerco di convincerle che le persone “non fotogeniche” non esistono e che basterà osservarle un po’ per tirar fuori qualcosa di loro che si trasformerà in emozione. E non sarà certo photoshop a fare la magia ma la luce e lo stato d’animo riscoperto in quelle poche ore con un pizzico di magia.

Poi devo superare il normale atteggiamento di chi mi guarda chiedendomi “vado bene così  ?” per convincerle che andranno bene, anzi benissimo, non appena smetteranno di posare e saranno semplicemente se stesse.

Poi però la luce deve proteggere, deve segnare ciò che c’è da vedere e proteggere ciò che so che loro non amerebbero, in una ricerca estetica in cui la pelle sia liscia i fianchi asciutti la fronte distesa, no le rughe nè le pieghe…mi piaccio naturale insomma, ma come ero naturale dieci anni fa  😉

Oggi invece ho un’ora da spendere (che è pochissima per inventare qualcosa di bello) con un guerriero, un concentrato di femminilità con guanti da box ma con sotto lo smalto ed ancora non so come vorrà vedersi.

L’idea è preparare una luce che sia bella, bella a prescindere, che funzioni sia col soggetto ben posizionato sia quando le inquadrature saranno impreviste, quasi casuali. Non chiederò ad un guerriero di “posare” sarà lei il capo, sarà femmina quando vorrà esserlo e sarà sudata e sarà libera e protagonista, io solo uno spettatore nell’ombra, questa l’idea.

Pòison è in jeans e maglietta ma con uno smalto rosso e due tacchi molto lontani da un ring quadrato, si cambia e arriva forte l’odore dell’olio canforato che dice che sarà il guerriero ad uscire da questo incontro, il nostro. Si scalda, il suo partner la tratta da guerriero, quale realmente è.

E’ bellissimo, per una volta non ho l’impegno di farla sentire semplicemente bella, non è il suo lato migliore che devo trovare, non si sporca sedendosi per terra…o meglio lo fa ma a nessuno di noi interessa. Ci sta il sudore, ci sta l’acqua rovesciata per terra, ci sta tutto, ci incontriamo ognuno con la propria passione per farci conoscere attraverso di essa.

Pòison è una potenza ed è qualcosa di ancor più coinvolgente visto sotto quello smalto rosso e tolti quei tacchi

Questa potenza tornerà e sarà ben diversa ma non per questo meno affascinante.

Oggi ha incontrato un paio di flash con griglie a nido d’ape, poche strutture indispensabili per fare qualche ombra ed un’ora dell’idea che avevo in mente per lei, poi s’è rivestita jeans maglietta e tacchi e se n’è andata come era venuta, a dire il vero con un intenso odore di olio canforato che un po’ la tradiva ma in fondo Pòison è un po’ questo, guerriero e smalto.

Leave a Reply

Please use your real name instead of you company name or keyword spam.