Hasselblad H4D potenza assoluta

Hasselblad H4D 200

Qualche settimana fa ho pubblicato un articolo “d’ingresso” per stuzzicare la curiosità sulle reali prestazioni di un vero mostro digitale, l’hasselblad h4d.

Volutamente non ho parlato di pixel (tanti) e non ho parlato di autonomia con una batteria carica (poca), do per scontato che chiunque conosca macchine fotografiche come questa abbia riferimenti del settore più specificamente dedicati a questo scopo. ( Non è vero, nessuno parla di certe cose scottanti, nemmeno io 😉

Oggi “vi rifilo” il primo scatto assoluto che ho fatto dopo aver estratto la macchina dalla borsa, per la prima volta, ancora prima di portarla nel mio studio fotografico.

Il primo, si perchè il primo è difficile da scegliere e così io, per non esaltarmi troppo, l’ho appoggiata sul tavolo davanti a me, ho lasciato montato l’obiettivo normale, l’80 mm, l’ho collegata al mio mac (via firewire 800 per non partire col freno a mano tirato) e poi ho fatto tutto da qui: autofocus, bilanciamento del bianco, esposizione, tutto. E poi, quando credevo di non poter fare nulla più tecnologico di così ho aggiunto lo scatto e le ultime regolazioni dall’App del mio iphone, così, per farla fino in fondo.

La luce è quella di una finestra con tanto di tenda, niente lussi, niente facilitazioni, insomma se sei la regina devi lasciarmi a bocca aperta comunque, in qualunque condizione, ti ho già regalato una sensibilità nominale, adesso STUPISCIMI.

Per chiunque ami i numeri questo semplice screen shot è sbalorditivo perchè stabilisce che nella rincorsa ai pixel ad ogni costo…qui siamo senza dubbio in zona medaglia.

Adesso resta “solo” da vedere se per uno scatto che NON si appoggia a potenti flash da studio nè a luci sapientemente modulate ci siano gli estremi per un WOOOW.

Il punto della questione è che di sensori con tanti pixel ce ne sono (ok, non così, così c’è lei) ma è stupefacente che ci siano telefoni con un numero di pixel tale da far impallidire buona parte delle reflex attuali, fatto che una nota produttrice di cellulari ha ampiamente utilizzato per reclamizzare uno degli ultimi nati che “vincerebbe” contro una Nikon d800…

Alla dimensione reale questo scatto resta, anzi diviene, davvero irraggiungibile: cliccate voi e decidete se sia vero o no, delle altre questioni (ottiche eccellenti, dimensioni del sensore ma anche limiti e vocazione) parliamo nel mio prossimo spot. Qui sotto due tagli al 100% presi dal raw originale della foto di apertura, il file 3f di Hasselblad.

 

hasselblad h4d 200

hasselblad h4d 200

Wooow !

Leave a Reply

Please use your real name instead of you company name or keyword spam.